Logo stampa
Città di Minerbio - Home Page
 
 
 
 

Contributi per disabili gravi Legge Regionale n. 29/1997

Scadenza presentazione domande: lunedì 1 luglio 2019

La Regione, con una direttiva (DGR 1161/04), ha delegato ai Comuni la gestione dei contributi previsti dalla LR 29/97 agli articoli 9 e 10, per agevolazioni a favore dei disabili sia per usufruire di un mezzo di trasporto privato idoneo, sia per l'acquisto di ausili e tecnologie, per favorire il permanere dei disabili nella propria abitazione.

a) Acquisto o adattamento di un veicolo (art.9)
I contributi sono rivolti a favorire l'acquisto di un veicolo o l'adattamento: per adattamento si intendono le modifiche ai comandi di guida prescritti dalla Commissione per le patenti speciali e le modifiche alla carrozzeria e alla sistemazione interna del veicolo necessarie per l'accesso e l'utilizzo del mezzo da parte del disabile.

Hanno diritto ai contributi:
- disabili gravi (Legge 104, art. 3, comma 3) con o senza patente di guida;
- intestatari di autoveicoli destinati abitualmente al trasporto di disabili gravi e aventi con gli stessi, legami di parentela o di convivenza, o un rapporto consolidato di assistenza, che hanno acquistato un veicolo o adattato uno di loro proprietà per il trasporto dei disabili;
- entrambi i genitori separati o divorziati, anche per interventi riferiti alla stessa persona disabile;
- disabili gravi di età inferiore ai 65 anni (per veicoli senza particolari adattamenti);
- disabili titolari di patenti di guida speciali che abbiano dovuto adattare i comandi di guida del veicolo.

Tipologie, requisiti di reddito e entità del contributo:
a)per l'acquisto di un veicolo con adattamenti particolari (per permettere al disabile di entrare nel veicolo e ed essere trasportato o guidare lui stesso), l’ISEE ordinario deve essere inferiore a € 23.260,00: il contributo è il 15% della spesa sostenuta con un tetto massimo di spesa ammissibile pari a € 34.394,00;

b)per l'adattamento alla guida e/o al trasporto di un veicolo destinato abitualmente a un disabile, e al suo trasporto, l’ISEE ordinario deve essere inferiore a € 23.260,00: il contributo è il 50% della spesa sostenuta con un tetto massimo di spesa ammissibile pari a € 9.172,00;

c)per l'acquisto di un veicolo destinato abitualmente a un disabile con età non superiore a 65 anni ovvero in possesso della certificazione di handicap di cui alla Legge 104/92 rilasciata prima del sessantacinquesimo anno d’età o della certificazione d’invalidità con data antecedente al 5.02.1992 l’ISEE ordinario deve essere inferiore a € 14.400,00: il contributo è il 15% della spesa sostenuta con un tetto massimo di spesa ammissibile pari a € 11.465,00(il contributo viene concesso per il solo acquisto e non per eventuali adattamenti);

d)per l'adattamento di un veicolo destinato abitualmente a una persona titolare di patenti speciali A, B o C con incapacità motorie permanenti, non sono previste soglie di reddito: il contributo è il 20% della spesa effettivamente sostenuta e documentata.

I contributi di cui alle precedenti lettere a), b), c) e d) non sono cumulabili tra loro. I titolari di patente speciale nella situazione di handicap grave di cui all’art.3 comma 3 della Legge 104/92 devono pertanto scegliere a quale contributo accedere.

N.B. Sono ammissibili le domande di contributo relative alle spese già effettuate e documentate dal 01.01.2018 al 30.06.2019. Per le spese effettuate in data antecedente al 01.01.2018 sarà valutata l’ammissibilità delle domande al contributo, previa disponibilità di risorse e nel caso in cui non siano già state finanziate nei precedenti bandi.

b) Acquisto di ausili e tecnologie, per favorire il permanere dei disabili nella propria abitazione (art.10)
I contributi sono rivolti all'acquisto di strumentazioni tecnologiche per favorire la vita del disabile nella propria abitazione.

Hanno diritto ai contributi:
- disabili certificati come gravi in base alla legge 104/92 (art.3, comma 3);
- chi esercita la patria potestà o la tutela;
- entrambi i genitori separati o divorziati, anche per interventi uguali;
- l'Amministratore di sostegno.

Tipologie, requisiti di reddito ed entità del contributo:
a) per strumentazioni tecnologiche e informatiche per il controllo dell'ambiente domestico e lo svolgimento delle attività quotidiane: 50% della spesa sostenuta su un massimo di spesa ammissibile di € 14.903,00;

b) ausili, attrezzature e arredi personalizzati per migliorare la fruibilità della propria abitazione: 50% della spesa sostenuta su un massimo di spesa ammissibile di € 12.611,00;

c) attrezzature tecnologiche per svolgere attività di lavoro, studio e riabilitazione nella propria abitazione quando non sia possibile svolgerle all'esterno: 50% della spesa sostenuta su un massimo di spesa ammissibile di € 4.586,00.

€ 14.903,00 tetto massimo di spesa ammissibile in caso di acquisto di ausili, attrezzature, arredi o strumentazioni rientranti in più di una delle tre categorie sopra elencate;

Il requisito di reddito per richiedere il contributo è un valore ISEE ordinario non superiore a € 23.260,00.

N.B. Sono ammissibili le domande di contributo relative alle spese già effettuate e documentate dal 01.01.2018 al 30.06.2019. Per le spese effettuate in data antecedente al 01.01.2018 sarà valutata l’ammissibilità delle domande al contributo, previa disponibilità di risorse e nel caso in cui non siano già state finanziate nei precedenti bandi.

Non sono ammissibili gli interventi previsti dalla legge 13/89 (Disposizioni per favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche degli edifici privati) o comunque interventi finanziati da altre leggi nazionali o regionali, fatte salve le agevolazioni fiscali e le detrazioni previste dalla legislazione vigente.

La domanda insieme a tutta la documentazione richiesta, deve essere presentata all'URP del Comune di Minerbio entro lunedì 1 luglio 2019.

 
Allegati