Logo stampa
Città di Minerbio - Home Page
 
 
 
 

Agevolazioni sulle tariffe energetiche

BONUS ELETTRICO

Requisiti del richiedente:

Possono accedere al Bonus Sociale, secondo quanto stabilito dal Decreto Interministeriale 28 Dicembre 2007, tutti i Cittadini clienti domestici intestatari di una fornitura elettrica nell'abitazione di residenza, con potenza impegnata fino a 3 kW, in condizioni di:
- disagio economico, con un reddito annuo uguale o inferiore a 7.500,00 euro ISEE o a 20.000,00 euro ISEE per le famiglie con 4 o più figli a carico;
- e/o disagio fisico, con uno dei componenti il nucleo familiare in gravi condizioni di salute tali da richiedere l’utilizzo delle apparecchiature elettromedicali necessarie per la loro esistenza in vita.
I Bonus per disagio economico e disagio fisico sono cumulabili, qualora ricorrano i rispettivi requisiti di ammissibilità.

Modalità di erogazione:
Dal momento in cui l’Ente approva la domanda, il distributore ha 60 giorni lavorativi per erogare il Bonus Sociale al cittadino.
L’erogazione non avviene in un’unica soluzione ma con criterio pro die : verrà cioè calcolato il valore medio del bonus giornaliero al quale l’utente ha diritto e moltiplicato per il numero di giorni cui fa riferimento il periodo di fatturazione. Ne consegue che il bonus verrà riconosciuto al cittadino in bolletta con cadenza pari a quella di fatturazione.

Documentazione:
Copia dell'Attestazione ISEE valida, in caso di disagio economico;
e/o copia della Certificazione ASL, in caso di disagio fisico;
Riguardo il disagio fisico, per avere accesso al Bonus Sociale, i Cittadini clienti domestici disagiati devono essere in possesso di un certificato ASL che attesti:
- la necessità di utilizzare tali apparecchiature;
- il tipo di apparecchiatura utilizzata;
- l'indirizzo presso il quale l'apparecchiatura è installata;
- la data a partire dalla quale il Cittadino utilizza l'apparecchiatura.
Copia del proprio documento di identità;
Contratto di fornitura di energia elettrica con le ultime bollette (quindi non solo l'ultima bolletta, ma tutto perché servono i codici POD e PDR)

Scadenza o validità:
Non esiste una scadenza per fare domanda di Bonus Sociale per l'energia elettrica. Questa può infatti essere presentata in qualsiasi momento e, quando validata dal distributore dell’energia, dà diritto a fruire dell’agevolazione per i successivi 12 mesi.

BONUS GAS

Requisiti del richiedente:
Il Bonus può essere richiesto da tutti i clienti domestici che utilizzano gas naturale con un contratto di fornitura diretto o con un impianto condominiale, se in presenza di un indicatore ISEE:
- non superiore a 7.500 euro
- non superiore a 20.000 euro per le famiglie numerose (con più di 3 figli a carico).

Modalità di erogazione:
A tutti i clienti che hanno sottoscritto direttamente un contratto di fornitura gas, il Bonus sarà riconosciuto come una deduzione dalla bolletta gas. Chi usufruisce di impianti di riscaldamento centralizzato e non ha un contratto diretto potrà ritirare il Bonus direttamente presso gli sportelli delle Poste Italiane utilizzando lo strumento del bonifico domiciliato.

Documentazione:
Copia dell'Attestazione ISEE valida;
Copia del proprio documento di identità;
Contratto di fornitura del gas con le ultime bollette (quindi non solo l'ultima bolletta, ma tutto perché servono i codici POD e PDR).

Scadenza o validità:
Il Bonus è valido per 12 mesi. Entro due mesi dalla scadenza sarà necessario inoltrare una richiesta di rinnovo, anche per evidenziare eventuali variazioni della situazione familiare o dell’ISEE intervenute nel frattempo.

BONUS IDRICO

Dal 1 luglio 2018 sarà possibile richiedere il bonus sociale idrico, la misura prevista dal dPCM 13 ottobre 2016 volta a ridurre la spesa per il servizio di acquedotto di famiglie in condizione di disagio economico e sociale, cioè i nuclei familiari:
con indicatore ISEE non superiore a 8.107,5 euro con meno di 4 figli a carico;
con indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro se con almeno 4 figli a carico.

Per presentare la domanda occorrono:
un documento di identità;
un'attestazione ISEE in corso di validità;
un'attestazione che contenga i dati di tutti i componenti del nucleo ISEE (nome-cognome e codice fiscale);
un'attestazione per il riconoscimento di famiglia numerosa (almeno 4 figli a carico), se l'ISEE è superiore a 8.107,5 euro (ma entro i 20.000 euro).
Le informazioni per identificare la fornitura sono reperibili in bolletta e sono:
il codice fornitura;
il nominativo del gestore idrico (il soggetto che gestisce il servizio di acquedotto e che emette la fattura).
La richiesta permette di richiedere contemporaneamente anche il bonus elettrico e/o gas. Il bonus è riconosciuto per un periodo di 12 mesi a decorrere dalla data di inizio agevolazione riportata nella comunicazione di ammissione e in bolletta.

MODALITA' DI RICHIESTA
Tutte le domande devono essere presentata all'URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico.
Eventuali cambi di residenza o modifiche dell'utenza avvenute dopo la presentazione della domanda e prima dell'assegnazione dell'agevolazione dovranno sesere segnalate, pena la perdita dell'agevolazione.