Logo stampa
Città di Minerbio - Home Page
 
 
 
 

Fatturazione elettronica

Il Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013, ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione ai sensi della Legge 244/2007, art. 1 commi da 209 a 214.
In ottemperanza a tale disposizione, questo Comune, a decorrere dal prossimo 31 marzo 2015, non potrà più accettare fatture che non siano trasmesse in formato elettronico, secondo il formato di cui all'allegato A "Formato delle fattura elettronica" del citato DM n. 55/2013.

L'art.25 del D.L. 66/2014 ha reso operativo quanto stabilito dalla Legge ed in esito al quale le fatture cartacee non possono più essere accettate da parte delle amministrazioni pubbliche, con la conseguenza che le stesse non potranno più procedere al pagamento delle fatture presentate con le modalità previgenti tale data, sino alla ricezione della fattura in formato elettronico.

Il D.M. 55/2013 stabilisce che tale obbligo deve essere assolto attraverso il Sistema di Interscambio (SdI) istituito dal Ministero dell'economia e delle finanze e gestito dall'agenzia delle entrate e Sogei. L'indicazione del Codice UNIVOCO sulla fattura elettronica è un requisito fondamentale per la corretta elaborazione della fattura da parte del SdI (Sistema di interscambio) e la sua mancanza comporta il rifiuto della fattura. Detto Codice Univoco deve essere inserito nella fattura elettronica in corrispondenza dell'elemento del tracciato 1.1.4 denominato "Codice Destinatario".

Oltre al Codice Univoco, la fattura deve riportare i dati previsti dall'articolo 21 del Dpr 633/1972 (numero progressivo, partita iva del cedente/prestatore), ma anche il codice CIG (Codice identificativo di gara) tranne nei casi di esclusione dall'obbligo di tracciabilità e il codice CUP (Codice unico di progetto) per le fatture relative a opere pubbliche o interventi di manutenzione straordinaria. La mancata indicazione dei codici non comporta il rifiuto della fattura ma le Pubbliche Amministrazioni non potranno provvedere al pagamento.

Al fine di agevolare l'avvio del processo di fatturazione elettronica, il Comune di Minerbio ha provveduto a informare tutti i suoi fornitori, tramite comunicazione scritta, contenente le indicazioni e il codice Univoco del Comune, che è il seguente: UFVY8A


Ulteriori informazioni reperibili su http://www.fatturapa.gov.it
Per ogni informazione o delucidazione contattare l'Ufficio Ragioneria.