Logo stampa
Città di Minerbio - Home Page
 
 
 
 
Sei in: In Primo Piano
22/05/2019

NESSUNA CORRELAZIONE FRA MICROSISMICITA' LOCALE E ATTIVITA' DI STOCCAGGIO DEL GAS NATURALE

Presentato sabato 18 maggio a Palazzo Minerva lo studio effettuato da INGV sull’impianto di stoccaggio gestito da Stogit, nell’ambito di un accordo fra Ministero Sviluppo Economico, Regione Emilia-Romagna e Comune di Minerbio


Impianto Stogit di Minerbio

È il primo studio del genere condotto in Italia ed è durato 24 mesi. In questo periodo INGV non ha rilevato nessun evento microsismico che possa essere correlato con l’attività di stoccaggio gas naturale effettuata da Stogit.

La presentazione è avvenuta al teatro di Minerbio sabato 18 maggio con la partecipazione del Prof. Paolo Severi, geologo della Regione Emilia Romagna e professore dell’Università di Bologna, del Dott. Paolo Augliera, direttore della sezione INGV di Milano, e del Prof. Ezio Mesini, già preside della facoltà di ingegneria di Bologna e presidente del comitato per la sicurezza in mare delle attività minerarie.

Ad illustrare lo studio è stato il dott. Paolo Augliera, responsabile scientifico del monitoraggio che afferma: "Le attività dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), per tramite del proprio Centro di Monitoraggio del Sottosuolo, nell’ambito della Convenzione stipulata con il Comune di Minerbio, riguardano la valutazione dei sistemi di monitoraggio attivi nell’area di stoccaggio di gas naturale nella “Concessione Minerbio Stoccaggio” e l’analisi dei dati registrati.
Nel periodo in esame non sono stati registrati eventi sismici, di magnitudo superiore alla soglia di rilevazione (circa magnitudo 1), che possano essere correlati all’attività di stoccaggio.
Per il monitoraggio sismico, lo scopo principale è quello di aumentare la capacità di registrare eventuali eventi sismici anche se di bassissima energia (individuabili quindi solo dagli strumenti e non avvertibili dalla popolazione) e poterli poi localizzare nella maniera più precisa possibile.
Tutti i segnali delle stazioni sismiche sono trasmessi e ricevuti in tempo reale al centro di elaborazione dati INGV di Milano, dove vengono acquisiti, memorizzati e analizzati in maniera indipendente. Tutti i risultati ottenuti sono resi pubblici dal Comune di Minerbio.
Le attività di monitoraggio sono inoltre utili per valutare, sulla base di dati oggettivi, le modalità di applicazione delle indicazioni contenute nel documento, predisposto dal Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) nel 2014, relativo agli “Indirizzi e linee guida per il monitoraggio della sismicità, delle deformazioni del suolo e delle pressioni di poro nell’ambito delle attività antropiche"

 

L’INGV svolge questa attività esclusivamente come servizio pubblico e, in base al suo nuovo statuto, non svolge monitoraggi del sottosuolo per società private.

Il Sindaco di Minerbio, Lorenzo Minganti afferma: "Da alcuni anni diversi cittadini sono stati preoccupati delle possibili correlazioni fra attività di stoccaggio gas naturale e terremoti di cui leggevano su internet. Abbiamo così deciso di affrontare la cosa sul piano rigorosamente scientifico, come sempre si dovrebbe fare in casi simili. In collaborazione con Regione e Ministero, che ringrazio, abbiamo quindi commissionato questo studio ad INGV, partner scientifico di primissimo piano. I risultati dello studio, che escludono questa correlazione naturalmente ci confortano.
La presentazione è stata una mattinata di grande scienza, abbiamo così deciso di renderla disponibile su YouTube a chiunque abbia voglia di approfondire questa delicata e dibattuta materia".

I report trimestrali dello studio sono stati pubblicati sul sito del Comune per garantire la massima trasparenza.

Il video integrale del seminario scientifico “Presentazione dello studio di INGV sul sito di Minerbio” svoltosi è integralmente disponibile su Youtube per i cittadini e per gli studiosi all’indirizzo: https://youtu.be/EcHqd5GM-xA

 
Approfondimenti